REALIZZAZIONE DI UN INTERVENTO PILOTA DI RINATURALIZZAZIONE A FAVORE DI ALOSA FALLAX  

LETTO DI FREGA

Previo parere favorevole espresso dal Servizio Dighe dell'ENAS, è stato realizzato un intervento sperimentale ecocompatibile volto a favorire la conservazione della popolazione di cheppia (Alosa fallax) nell'invaso artificiale di S. Vittoria.

Nello specifico l’intervento ha mirato a creare un’area ottimale alla frega della specie per favorire la deposizione delle uova, che tipicamente ha luogo in zona sublitorale su substrato ghiaioso.


È stata così effettuata la posa in alveo di materiale litoide inerte (ovvero ghiaietto naturale, vagliato e lavato), fino a coprire una superficie di circa 200 metri quadrati, con uno spessore di circa 10-15 cm, in un’area preesistente lungo la sponda destra dell’invaso di Santa Vittoria. 


Il sito scelto è apparso idoneo per la realizzazione dell’intervento sperimentale sia per la posizione strategica rispetto alla direzione della corrente che defluisce lungo il fiume Tirso, sia per la facile accessibilità e la naturale assenza di vegetazione riparia. Il letto di frega occupa una porzione di fondo che, nel periodo di interesse per la riproduzione della specie target (in genere compreso tra la metà di giugno e la metà di agosto), si trova ad una profondità compresa tra 20 cm e 100 cm.


Il monitoraggio della funzionalità dell’intervento consisterà nell'osservazione diretta della frequentazione del “letto di frega” durante il periodo riproduttivo e nel controllo della presenza di uova di cheppia, attraverso l’esecuzione di specifiche campagne di indagini. 


 

     Copyright © 2015.  Tutti i diritti sono riservati ai sensi della normativa vigente. La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione, totale o parziale, di tutto il 
     materiale originale contenuto in questo sito (tra cui, a titolo esemplificativo e non esaustivo, i testi, le immagini, le elaborazioni grafiche) sono espressamente 
     vietate in assenza di autorizzazione scritta.
  Site Map