Il fiume Tirso può considerarsi il principale corso d’acqua della Sardegna non solo in ragione della sua lunghezza ma soprattutto perché esso, con la sua rete idrica collegata, costituisce uno dei sistemi fluviali di più grande interesse naturalistico ed ecologico a livello regionale e non solo. 


Com'è infatti ben noto, intorno e grazie ad esso si sono sviluppati e mantenuti nel tempo habitat naturali ed una vegetazione spontanea che rappresentano tuttora vere e proprie eccellenze per la nostra Regione, e tra cui si riconoscono anche habitat di interesse comunitario che hanno concorso all'istituzione del Sito di Importanza Comunitaria ITB031104 “Media Valle del Tirso e Altopiano di Abbasanta-Rio Seddu”. 

Questo aspetto non è però l’unico motivo che rende il Tirso tanto importante dal punto di vista ecologico e naturalistico. Un valore altrettanto prezioso, seppure spesso erroneamente considerato di secondo piano rispetto al precedente, è rappresentato nel fiume: grazie alla sua posizione geografica e alle caratteristiche idromorfologiche naturali, in esso si è evoluta una comunità ittica ricca di presenze rilevanti ed addirittura, in alcuni casi, straordinarie per l’intero patrimonio di biodiversità nazionale ed europeo.


Ci si riferisce in particolar modo alle specie ittiche migratrici cheppia (Alosa fallax , Direttiva Habitat 92/43/CEE, all. II e V), lampreda di mare (Petromyzon marinus, Direttiva Habitat 92/43/CEE, all. II) , e anguilla (Anguilla anguilla, Regolamento CE N. 1100/2007), che almeno fino ai primi decenni del XX secolo colonizzavano il fiume Tirso (quantomeno nel suo tratto medio-basso) dalla foce fino al segmento fluviale corrispondente all'odierno lago Omodeo.

 

     Copyright © 2015.  Tutti i diritti sono riservati ai sensi della normativa vigente. La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione, totale o parziale, di tutto il 
     materiale originale contenuto in questo sito (tra cui, a titolo esemplificativo e non esaustivo, i testi, le immagini, le elaborazioni grafiche) sono espressamente 
     vietate in assenza di autorizzazione scritta.
  Site Map